Piscina Beethoven, nuovo inizio

La piscina Beethoven ospiterà le attività di nuoto di mantenimento e prove pratiche dedicate ai soci.

Dopo la pausa estiva riprenderanno le attività sociali del G.S.F.
Infatti, oltre alle presentazioni dei corsi che si terranno nei prossimi tre lunedì del mese di settembre riparte anche l’attività di nuoto libero dedicata ai soci ed ai partecipanti dei corsi.
Un nuovo inizio che partirà dalla piscina Beethoven di Ferrara.

Da anni il G.S.F. offre ai propri soci la possibilità di svolgere attività di nuoto di mantenimento ai propri soci, e di prove pratiche ai corsisti prima delle classiche uscite in mare.
Fino a qualche mese fa questa attività si svolgeva regolarmente tutti i mercoledì sera presso la piscina Bacchelli di via Bacchelli, ma a causa dei lavori di ristrutturazione di quest’ultima, quest’anno, l’attività di nuoto e lo svolgimento delle prove pratiche dei corsi si terranno presso la piscina Beethoven che già ha ospitato il G.S.F. in anni precedenti.

Questo nuovo inizio è caratterizzato da diverse novità:
– La prima la struttura infatti ha messo a completa disposizione dei soci del G.S.F la Vasca Media 130cm senza limiti di corsie, a differenza di quanto accadeva in passato presso la vecchia struttura, dove i soci disponevano solo di alcune corsie riservate.
– La seconda novità riguarda il giorno. Da quest’anno cambia e si passa al venerdì sera. Piccola variazione anche sull’orario, dalle 20.20 alle 22.00

L’inizio dell’attività è fissato per Venerdì 13 settembre 2019 e si protrarrà fino al 31 maggio 2020

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Categorie
Altre news
Novità
Natale SUB 2020

Tutto pronto per l’evento, ma… Come ogni anno la macchina organizzatrici si era messa in moto per deliziare il pubblico ferrarese con la classica fiaccolata

Novità
Corso SUB – Parte il 1° grado OnLine

Il COVID-19 non ferma il GSF che dopo un elaborato piano parte con il “Corso SUB” in smart working Nonostante i notevoli disagi creati dall’emergenza